MFA verso i 50 – Christmas edition: la Mostra Fasanese dell’Artigianato arriva nel centro storico della città

È stata inaugurata domenica 8 dicembre, alle ore 20.00 nei locali comunali in via del Balì, “MFA verso i 50 –Christmas edition, edizione speciale della Mostra Fasanese dell’Artigianato che arriva nel centro storico della città in occasione delle festività natalizie. L’evento, promosso dall’Associazione “Fatto In Bottega”presieduta da Vito Olive, con il patrocinio del Comune di Fasano, rappresenta un ponte tra la 49ª e la 50ª edizione della Mostra, che si terrà nel 2020.

La Mostra gratuita resterà aperta fino al 6 gennaio dal giovedì alla domenica, a partire dalle ore 18.00 fino alle ore 21.00. In un perfetto connubio tra storia e modernità, radici e innovazione, sarà possibile ammirare elementi grafici e d’arredo inseriti in un allestimento omogeneo che lega il centro storico alle creazioni degli espositori. All’interno della Mostra saranno inoltre inseriti eventi culturali ed eno-gastronomici. E visto il successo dei workshop della MFA 2019,gli artigiani proporranno nuove attività laboratoriali in cui gli iscritti potranno misurarsi in prima persona con la realizzazione di manufatti e la conoscenza di materiali.

 

«Valorizzare l’artigianato in tutte le sue forme, creare un’occasione per incontrarsi, conoscersi e confrontarsi è per noi un privilegio afferma Vito Olive, presidente dell’Associazione “Fatto in Bottega” .Dopo la direzione artistica della scorsa Mostra a Palazzo dei Congressi della Casina Municipale, questo evento ci permette di continuare a valorizzare l’artigianato, la tradizione e i suoi sviluppi presenti e futuri».


«Una congiunzione tra l’ultima edizione della Mostra Fasanese dell’Artigianato e la prossima, quella importante dei cinquant’anni: è questo l’appuntamento “MFA verso i 50 – Christmas edition” – dichiara l’Assessore alle Attività Produttive,Luana Amati–. La presenza degli artigiani andrà ad arricchire il ricco e variegato cartellone di appuntamenti che il Comune di Fasano ha messo a punto per questo Natale; mi auguro che l’esposizione possa essere apprezzata dai concittadini e da chi, passeggiando per le strade fasanesi vestite a festa, deciderà di fermarsi ad ammirare la manualità e la genialità dei nostri artigiani. Il format è ridimensionato solo nello spazio, ma in linea con quel percorso di recupero delle attività produttive e delle aziende artigianali della nostra città che vogliamo portare avanti».

 

All’evento di inaugurazione in programma per sabato interverranno il sindaco Francesco Zaccaria, l’Assessore Luana Amati e i giovani artigiani del direttivo di “Fatto in Bottega”. Seguirà happy hour.

 

Per rimanere aggiornati su tutti gli eventi della Mostra Fasanese dell’Artigianato seguiteci sulle pagine social:

Facebook: http://bit.ly/2RjQnP9

Instagram: http://bit.ly/33JHEYR

 

Ufficio Stampa
“Fatto in Bottega”
Angelica Sicilia e Ilaria Potenza

49a Mostra Fasanese dell’Artigianato

Domenica 11 agosto, alle ore 20.00 al Palazzo dei Congressi a Selva di Fasano, si è tenuta la cerimonia inaugurale della 49a Mostra Fasanese dell’Artigianato promossa dall’Assessorato alle Attività Produttive del Comune di Fasano con la direzione artistica a cura dell’associazione “Fatto in Bottega”. La serata, condotta dalla giornalista Barbara Castellano, ha visto la partecipazione del Sindaco Francesco Zaccaria, dell’Assessore alle Attività Produttive Luana Amati, del Consigliere regionale Fabiano Amati e del vice Presidente della Provincia Giuseppe Pace. Sono intervenuti anche i rappresentanti delle Associazioni che hanno offerto un valido contributo all’interno della Mostra: l’arch. Roberto Marcatti (Presidente ADI, Associazione per il Disegno Industriale – Delegazione Puglia e Basilicata); la prof.ssa Annalisa Di Roma (Docente Associato di Design Industriale Ssd Icar 13 al Politecnico di Bari) per IDE – International Design Expedition; Palmina Cannone, presidente dell’Università del Tempo Libero “San Francesco d’Assisi” e Rosanna Petruzzi, Presidente dell’Associazione Pro Selva. Anche quest’anno il consueto taglio del nastro è stato affidato a un artigiano storico della tradizione locale, il liutaio Francesco Cavallo.

Nella stessa serata è stata inaugurata “Modulor o Algoritmo?”, mostra a cura di Cintya Concari e Roberto Marcatti, promossa da Kubico con il patrocinio di ADI Puglia e Basilicata e del Comune di Fasano. A settant’anni dalla prima edizione del Modulor di Le Corbusier, i curatori ripropongono in Puglia il celebre profilo del canone proporzionale del Modernismo, riprodotto con materiali industriali di risulta grazie alle tecnologie contemporanee. La mostra presenta una serie di profili del Modulor in Corian® rivisitati da Leuccio Surdo e rielaborati da designer e artisti. Nel corso del 2019 l’esposizione è stata allestita in varie località pugliesi e a Milano; proseguirà il suo itinerario nel 2020.

La Mostra Fasanese dell’Artigianato 2019, ad ingresso libero, resterà aperta fino a domenica 25 agosto. L’obiettivo di “Fatto in Bottega” è stato quello di realizzare una mostra che avesse al centro l’artigiano e il suo lavoro, non un lavoro antico e dimenticato, ma attuale e capace di rinnovarsi. Attraverso la partecipazione di giovani artigiani e di attività storiche, l’organizzazione ha inteso valorizzare le singole produzioni grazie a spazi espositivi condivisi e fluidi, capaci di raccontare l’evoluzione del gusto nell’arredo, contestualizzando al tempo stesso i prodotti in ambientazioni che potessero raccontare la tradizione e l’abitare contemporaneo.

Quando ero bambino e ragazzino, più o meno 30-40 anni fa, l’artigianato affrontava una crisi soprattutto culturale, perché i primi a non volere che i propri figli facessero gli artigiani erano proprio gli artigiani –ricorda il sindaco Francesco Zaccaria –. Oggi le cose sono per fortuna molto cambiate, e i fatti hanno dimostrato che quello era un atteggiamento sbagliato. Abbiamo recuperato la consapevolezza della nobiltà della creazione manuale, ma direi di più: abbiamo capito che l’artigianato era stato, nell’epoca precedente, la pietra angolare della grandezza di Fasano, il campo nel quale avevamo stabilito una supremazia riconosciuta nel territorio e che assicurava pane per tutti e stabilità sociale. L’artigianato, insomma, era
diventato la spina dorsale della società fasanese. Oggi l’artigianato è forse in difficoltà nei numeri, proprio per i danni fatti da quella mentalità sbagliata degli anni Ottanta, ma non certo nella qualità dei prodotti. E se oggi inauguriamo una 49a Mostra rinnovata nella proposta e nella veste, vetrina di una Fasano sia antica che moderna e aperta all’Europa, è proprio perché la mentalità è cambiata di nuovo, stavolta in meglio – prosegue il primo cittadino –. Godiamoci quindi la bellezza e la praticità di questi manufatti,
ricordando la lezione di Walter Gropius, celeberrimo architetto tedesco, il quale ha scritto: “Non c’è differenza alcuna fra artista ed artigiano”. Buona Mostra a tutti!».


«La 49a Mostra Fasanese dell’Artigianato porta il segno dell’innovazione – evidenzia l’assessore alle Attività Produttive Luana Amati –. Seguendo il solco di quanto è stato validamente realizzato negli anni scorsi, questa edizione si presenta rinnovata nell’organizzazione, affidata ai giovani artigiani dell’Associazione “Fatto in Bottega” che si sono adoperati per dar vita ad un evento che mettesse al centro l’artigianato di qualità, coniugando le attività storiche e quelle moderne, il saper fare artistico-manuale e il
design. Dunque, una Mostra che continua a percorrere la strada del rinnovamento – come si evince anche dal nome che avevamo già cambiato per aprire l’evento all’esterno del territorio fasanese – e che alimenta
un sentimento di speranza, considerato il dinamico coinvolgimento delle giovani generazioni. Il mio invito alla cittadinanza è quello di visitare la Mostra sin dalla Cerimonia di inaugurazione, e di partecipare ai tanti
appuntamenti culturali, musicali ed enogastronomici inseriti nel programma di questa nuova edizione».


«A nome di “Fatto in Bottega” voglio ringraziare l’Amministrazione comunale che ha scommesso su di noi affidandoci l’organizzazione di un evento che rappresenta un’occasione importante per l’artigianato e per Fasano – afferma il Presidente del sodalizio, Vito Olive –. Abbiamo introdotto qualche novità, soprattutto nell’allestimento dell’area espositiva, con l’intento di integrare gli artigiani e le loro creazioni, consapevoli, essendo noi stessi artigiani, che da questa rete possono consolidarsi esperienze costruttive
e nuove collaborazioni. Ringraziamo anche le Associazioni che hanno contribuito attivamente alla Mostra, il partner BLU Vigilanza e gli sponsor tecnici – FOREL Srl e “Il Sofà Events” – che ci hanno supportato».

Per tutta la durata della Mostra, inoltre, a Palazzo dei Congressi saranno esposti gli elaborati creati durante il workshop FoodD. RITI FORME PROGETTI CON E PER IL CIBO tenutosi a marzo scorso al Politecnico di Bari con la direzione scientifica di Annalisa Di Roma e Lorenzo Netti, docenti del Poliba Bari, e i referenti IDE International Design Expedition Mathilde Bretillot, presidente dell’associazione, e l’architetto Pierangelo Caramia, Direzione Creativa di IDE to Puglia. I tre designer internazionali Marta Bakowski, Lili Gayman e Sarnsang na Sootorn hanno curato il workshop lavorando con gli studenti del Corso di Laurea in Disegno Industriale. Gli elaborati sono stati realizzati con la collaborazione della Bottega Vestita di Grottaglie. Il workshop ha rappresentato la prima tappa del progetto “Ceramics & Food”, organizzato da IDE International Design Expedition, che ha firmato un protocollo d’intesa con il Comune di Fasano. La seconda tappa del progetto ha previsto una “spedizione” della durata di due mesi, conclusasi lo scorso 3 agosto, che ha coinvolto aziende del settore ceramico e food operanti sul territorio, e designer internazionali, con l’obiettivo di produrre e commercializzare nuovi prodotti adatti alla vendita su mercati,
anche esteri, selezionati da IDE.

La manifestazione sarà caratterizzata da un ricco calendario di eventi che vedrà alternarsi incontri culturali, talk dedicati all’artigianato e alle sue frontiere più innovative, workshop sotto la guida di professionisti, degustazioni enogastronomiche e appuntamenti musicali. La locale Università del Tempo Libero promuoverà giornalmente “Laboratori didattici dell’Artigianato Fasanese” e racconterà il territorio esponendo i manufatti realizzati nel corso del 2019 nell’ambito dei propri laboratori.


Questo l’intero programma della Mostra.
Domenica 11 agosto: ore 20, Cerimonia di inaugurazione con saluti istituzionali, degustazioni a cura di Comalbest e Caseificio Zaccaria, animazione. Lunedì 12 agosto, ore 18,30 “SelvAntica”, serata di presentazione dell’inedito materiale oftografico sulla Selva d iFasano dell’archivio Carmine Natale, a cura delle associazioni Pro Selva e Società di Storia Patria – sez. di Fasano, in collaborazione con Click Foto; ore 18.30-20, Laboratori didattici Utl: Punto ago, esperte Anna Zantonini e Grazia Milella; Filet, esperte Adriana Messina e Adele Galiulo; Tombolo, esperta Pasquina Calandrella; Cucito, esperta Carmela Fanizzi; Intrecci e “panarèdde”, esperta Valentina Conversano. Martedì 13 agosto, ore 19: presentazione del libro Medaglioni Fasanesi, Volume III, Faso Editore, a cura di Palmina Cannone, Franco Lisi e Marzio Perrini. La giornalista Angelica Sicilia dialogherà con l’editore Zino Mastro e con gli autori Cannone e Lisi; ore 18.30-20, Laboratori didattici Utl: Tombolo, esperta Pasquina Calandrella; Chiacchierino, esperta Grazia Maellaro; Creazioni femminili, esperte Rosa Argento e Anna Sasso; Ricamo, esperta Marisa Latorre; Intrecci e “panarèdde”, esperta Valentina Conversano; ore 20.30: “Musica al chiaro di luna” con il Trio dell’Utl, Antonio Sasso (fisarmonica), Pasquale Valente e Gino Guarini (chitarra) più Mosè Schiavone
(voce). Mercoledì 14 agosto, ore 18.30-20: Workshop con Pino Giacovelli di Incredix Goodlab “Sperimentare la resina”; Laboratori didattici Utl: Tombolo, esperta Pasquina Calandrella; Intrecci e “panarèdde”, esperti Mario Cofano e Valentina Conversano; Punto ago, esperta Anna Zantonini. Venerdì 16 agosto, ore 18.30-20, Workshop “Creare gioielli di carta” con Mariachiara Legrottaglie; degustazioni a cura di Azienda Agricola Scarafile Domenico; ore 20-24, degustazione panzerotti a cura di Neschá Event, birra artigianale con Birrapulia e dj set. Sabato 17 agosto, ore 18.30-20: Laboratori didattici Utl: “Orecchiette e dintorni…pasta fatta in casa”, esperte Pasquina Calandrella e Adriana Messina; Chiacchierino, esperta Grazia Maellaro; Macramé, esperta Adele Galiulo; Ricamo, esperta Marisa Latorre;
Creazioni in pietra, artista Vinicio Pagliara; Pittura a olio, esperto Giovanni Carparelli; degustazioni a cura di Azienda Agricola Scarafile Domenico. Domenica 18 agosto, ore 10-13: Workshop con Pino Giacovelli di Incredix Goodlab “Sperimentare la resina”; 18.30-20, laboratorio didattico Utl: Creazioni in pietra, artista Vinicio Pagliara; a partire dalle ore 20, evento musicale con Sunrise Acustic. Lunedì 19 agosto, ore 19.00: presentazione del libro Antar (Vertigo Editore) di Eliana Iorfida, dialoga con l’autrice la dott.ssa Marica Mastrangelo, reading a cura di Valerio Bianco; 18.30-20: Laboratori didattici Utl: Filet, esperte Adriana
Messina e Adele Galiulo; Tombolo, esperte Maria Bungaro e Pasquina Calandrella; Creazioni di borse in spago e carta, esperta Madia Vinci; Punto ago, esperte Anna Zantonini e Grazia Milella. Martedì 20 agosto, ore 19: incontro con rappresentanti della Provincia e consegna riconoscimento all’artigiano Adelaide Forcella; ore 18-20: Workshop a cura di Terrabuildingdesign, “Messa in opera di un cappotto termico naturale in paglia e calce, con intonaco esterno in calceidraulica e cocciopesto”; ore 18.30-20, Laboratori didattici Utl: Macramé, esperta Adele Galiulo; Tombolo, esperte Maria Bungaro e Pasquina Calandrella; Filet, esperta Adriana Messina; Creazioni femminili, esperta Rosa Argento; Pittura a olio,
esperto Giovanni Carparelli. Mercoledì 21 agosto, ore 19: “Artigiani al lavoro” – proiezione video a cura di OsservatorioOggi; ore 18.30-20, Laboratori didattici Utl: Filet, esperte Adriana Messina e Adele Galiulo; Tombolo, esperte Maria Bungaro e Pasquina Calandrella; Punto ago, esperta Anna Zantonini; Cucito, esperta Carmela Fanizzi. Giovedì 22 agosto, ore 19: Talk “Co-Working: progettisti, artigiani e aziende in collaborazioni virtuose” con arch. Roberto Marcatti (ADI), arch. Pierangelo Caramia (IDE), Antonio Vestita, artigiano ceramista di Grottaglie, Antonio Ammirabile (Trackdesign), modera la giornalista Ilaria Potenza;
ore 18.30-20, Laboratori didattici Utl: “Orecchiette e dintorni…pasta fatta in casa”, esperte Pasquina Calandrella e Adriana Messina; Macramé, esperta Adele Galiulo; Pittura a olio, esperto Giovanni Carparelli; degustazione vino e friselle a cura di “L’Arte del pane”. Venerdì 23 agosto, ore 18.30-20: Laboratori didattici Utl: Tombolo, esperta Pasquina Calandrella; Filet, esperte Adriana Messina e Adele Galiulo. Sabato 24 agosto, ore 19: Cerimonia di chiusura della 49a edizione della Mostra Fasanese dell’Artigianato; ore 18.30-20, Laboratori didattici Utl: Tombolo, esperta Pasquina Calandrella; Filet, esperte Adriana Messina e Adele Galiulo; Pittura a olio, esperto Giovanni Carparelli; Intrecci e “panarèdde”, esperto Mario Cofano; concerto Questo e Quello, con Stefano Bux e Vito Cofano; degustazioni a cura di Azienda Monsignore. Domenica 25 agosto, ore 10-13, Workshop di Xylografia con
Mariantonietta Palasciano.


Tutti i partecipanti dell’edizione 2019: Vito Capozza (scultore); Natalia Carere (architetto); Ida Chiatante (fashion designer) ; DAF Costruzioni (lavorazioni in resina e malte); Mario D’Aquino (designer); Anna Dibello e Gianni Giannoccaro – Giùinlab (ceramisti); Angela D’Urso (pittrice); Mario Ferrarelli – Terra Building (lavorazione cocciopesto, canapa e terra); Adelaide Forcella (lavorazione del vetro); Forma D’Arte di Ippolito Donato (soluzioni d’arredo interni esterni); Galeota Claudio e Leonardo Vinci (archietto e lavorazioni malte ecologiche); Vincenza Giannoccaro (pittrice); Roberta Ieva e Giuseppe Scarpa (architetti); Pino Giacovelli – Incredix Goodlab (designer-maker); ISA Artigiane – Impresa Sostenibile di Artigiane; Antonio La Grotta (ceramista); Mariachiara Legrottaglie (orafo); M.A.F. Mobili Arredamenti Fasanesi Srl; Leonardo Malvoni (caminetti); Caterina Marini (fashion designer); Sara Mondaini (designer); Piero Monitillo (design research – ADI Member); Giovanni Nistri (pittore); Luca Paolo Vasa e Francesco Di Luzio – Noii Studio (designer); Daniele Olive (lavorazione marmi e mosaici); Mariantonietta Clotilde Palasciano (Grafica ed editoria d’arte); Paola Pellegrini (designer); Antonio Pellegrino (architetto); Luigi De Palma e Martino Pinto (architetti); Ilaria Potenza (pittrice); Vittoria Olive – Pugliaddosso; Bartolomeo Putignano (falegname); Pietro Rosati – Resto in Puglia (orafo); Giuliano Ricciardi (designer); Stefania Semeraro (stilista); Salvatore Spaltro (designer); Trackdesign (arredamenti in corten); Vetreria Fasanese
(vetrate artistiche); Olivieri Ceramiche e Alessio Zanzarella architetto (lavorazione lastre grande formato).
Per la categoria hobbiste saranno presenti: Marisa Bungaro (Filet); Rosa Panaro (bambole); Giuliana Trapani (oggettistica), Isabella Pezzolla (Filet). La Mostra si avvale anche del contributo e della presenza dell’Università del Tempo Libero “San Francesco d’Assisi”, Associazione Pro Selva, ADI Associazione per il Disegno Industriale, IDE International Design Expedition, Istituto Professionale Industria e Artigianato “Ferraris” – Fasano; con la collaborazione di Antichi Vivai Aversa s.r.l. Soc. Agr.

La Mostra resterà aperta dall’11 al 25 agosto e seguirà i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 18,00 alle 23,00; sabato dalle 18,00 alle 24,00; domenica e festivi dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 18,00 alle 23,00.

Ufficio Stampa
“Fatto in Bottega”
Angelica Sicilia e Ilaria Potenza

Fatto in Bottega per la Mostra Fasanese dell’Artigianato 2019

La nostra associazione Fatto in Bottega organizza la Mostra Fasanese dell’artigianato 2019 che si svolgerà come di consueto per quindici giorni a cavallo di ferragosto nel Palazzo dei Congressi – Casina Municipale della Selva di Fasano (Br).

Una mostra storica giunta quest’anno alla 49a edizione. che si svolge in una delle località turistiche più belle del Comune di Fasano, con uno spazio espositivo di circa 900 mq, che nell’edizione del 2018 ha raggiunto un numero di visite superiore alle 10.000 persone.

La città vanta una lunga tradizione artigiana, con eccellenze in diversi settori, per questo il Comune di Fasano e l’Assessorato alle Attività Produttive, è da sempre attento alla sua valorizzazione proprio attraverso l’organizzazione della Mostra Fasanese dell’artigianato.

Il Bando per la partecipazione è rivolto ad artigiani e a designer e architetti che vogliano proporre prodotti realizzati in collaborazione con artigiani, senza limite geografico e di età. Non solo artigiani che lavorano nel campo dell’arredo e del complemento, ma anche a fotografi, artisti orafi e a tutte le categorie artigiane le cui produzioni potranno trovare una collocazione coerente nell’allestimento. Ogni candidato potrà proporre da un minimo di 1 a un massimo di 5 prodotti o set di prodotti. Inoltre, all’interno della Mostra sarà allestito uno spazio dedicato ai laboratori; ogni partecipante potrà proporre un laboratorio o workshop per lavorare e condividere con i visitatori tecniche e lavorazioni che rendono unici i suoi prodotti.


La candidatura e il materiale richiesto dovranno pervenire all’indirizzo 
fattoinbottega@gmail.com
entro il 30 giugno 2019.

Il Bando di partecipazione con i relativi dettagli è disponibile al seguente link:

https://bit.ly/2KjE9Dw


La Mostra Fasanese dell’Artigianato 2019 sarà promossa attraverso l’allestimento di corner promozionali in più punti del territorio, con il coinvolgimento degli espositori, dei loro laboratori e studi, delle strutture ricettive e dei punti di interesse strategici. La manifestazione sarà inoltre animata da un calendario di eventi che vedrà alternarsi talk dedicati all’artigianato, al confronto sui temi, alla storia e all’evoluzione dell’artigianato fasanese. Contestualmente verranno proposti eventi musicali ed enogastronomici. Non mancheranno mostre collaterali organizzate da associazioni locali e nazionali.
 

Spero vogliate condividere con noi questa bella opportunità professionale e di confronto!

Fatto in Bottega

Ancora tre giorni per visitare Fatto in Bottega, un’iniziativa nata con Vito Olive di OliveArte in rame, Vito Pugliese di Maioliche Pugliese, Sante Musa de I Lumi del faso, Nicola e Donato Neglia di Luminarie di arredo. In collaborazione con l’Associazione U’mbracchie, Trackdesign e Ceramiche Cinzia Fasano, con la partecipazione di Jasmine Neglia di Ja Ja Nè.

L’Associazione U’mbracchie ospiterà Christmas Market al Museo all’interno del Museo della Casa alla Fasanese, un’iniziativa nata per far conoscere l’attività degli artigiani che lavorano con e sul territorio di Fasano e contribuire alla valorizzazione del centro storico partecipando agli eventi organizzati in occasione delle feste di Natale.

«Fatto in Bottega nasce dalla voglia di sperimentare una collaborazione che ci permetta di valorizzare le produzioni di ognuno attraverso il confronto e lo scambio. Siamo tutti giovani, o per età anagrafica o per inizio dell’attività, abbiamo voglia di raccontarci al territorio e di contribuire ad arricchirlo. Condividiamo questa visione con Vito Ventrella e l’Associazione U’mbracchie, che da anni si occupa di valorizzare il centro storico di Fasano, per questo l’opportunità di organizzare un primo appuntamento nel Museo della Casa alla Fasanese ci ha entusiasmati. Abbiamo pensato alla formula del market natalizio perché siamo convinti che il museo sia un luogo da vivere, dove poter conoscere la storia del territorio fasanese ma anche le storie delle persone che qui vivono e ci lavorano. È un’occasione per incontrare chi vorrà venire a trovarci, raccontare come lavoriamo e far conoscere i nostri prodotti. Arredi e complementi unici, realizzati a mano con lavorazioni artigianali dalla raffinata qualità tecnica ed estetica. Prodotti in rame, ceramica, legno, tessuti e acciaio cor-ten.»

Fatto in Bottega e Associazione U’mbracchie 

CHRISTMAS MARKET AL MUSEO

Museo della Casa alla Fasanese

da sabato 15 dicembre a domenica 06 gennaio

orari di apertura 18.00/20.30

Aggiornamenti su fb evento: Fatto in Bottega

Art director e responsabile comunicazione Valentina De Carolis

I mie articoli di Ottobre su Habitante

Moda etica e moda ecosostenibile, un trend in crescita

Vestire in modo consapevole, è indubbiamente la strada migliore per diventare consumatori responsabili. Moda etica e moda ecosostenibile sono due dei principali argomenti che negli ultimi anni interessano sempre più aziende e consumatori convinti che il rispetto per l’ambiente e per la salute passa anche dagli abiti. Su Habitante

Tour delle langhe in autunno, tra colli, vigneti e castelli

Se siete amanti delle passeggiate autunnali, dopo aver raccolto castagne in Lombardia, potreste concedervi un tour delle Langhe. I paesaggi collinari di quest’area del Piemonte acquistano un fascino particolare in questo periodo dell’anno.

Le dolci colline delle Langhe, costellate da nobili vigneti, nascondono antichi borghi. L’alternarsi di colli, distese di viti e castelli, rende le Langhe un paesaggio unico al mondo, iscritto nella Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO dal 2014. Su Habitante

Davines Village, la fabbrica sostenibile

Progettare una fabbrica mettendo al centro il benessere dei dipendenti e dell’ambiente, questa l’idea alla base del Davines Village, il nuovo headquarter dell’azienda Davines Haircare Company.

“Un villaggio, una fattoria, una fabbrica.” così la descrive lo studio Matteo Thun & Partners autore del progetto. Su Habitante

La mappa dei piatti takeaway più ordinati in Italia

Just Eat, food delivery attivo in Italia dal 2011, ha realizzato la prima mappa dei piatti takeaway più ordinati in Italia.

Ad essere prese in esame 18 città italiane. Da nord a sud trionfa la pizza, il piatto da asporto più ordinato, che dal 2016 ad oggi ha generato su Just Eat un impatto economico pari a 40 milioni di euro. Se messe in fila, tutte le pizze ordinate coprirebbero una distanza di 100 km. Su Habitante

Arredare casa in coppia: 5 consigli

Andare a vivere insieme è un’esperienza emozionante per una coppia, significa poter costruire il proprio nido su misura. Nuovi mobili e accessori, la scelta di colori, materiali e finiture, devono incontrare i gusti di entrambi e, si sa, la scelta degli arredi e la disposizione dei mobili può mettere in crisi anche le coppie più solide. Proviamo a darvi 5 consigli su come arredare casa in coppia e rendere questa esperienza più divertente. Su Habitante

Cucinare in modo sano: l’importanza delle cotture e delle pentole

Mangiare sano significa scegliere non solo gli alimenti giusti, ma anche gli strumenti. Per cucinare in modo sano non si può prescindere dalla scelta delle pentole, materiali e forme influiscono su sapore, consistenza, digeribilità e sulle proprietà salutari degli alimenti.

Sono moltissimi gli strumenti in commercio, tra pentole e padelle la scelta è ampia, sia nei formati che nei materiali. Scegliere le giuste pentole significa scegliere lo strumento più adatto e il tipo di cottura che meglio esalta le proprietà degli alimenti. Su Habitante


CREDITS MOPITA

Frutta e verdura di stagione, cosa mangiare in autunno?

Per avere un’alimentazione sana è molto importante scegliere gli alimenti in modo accurato e soprattutto seguirne la stagionalità. Ma sappiamo riconoscere frutta e verdura di stagione?   Su Habitante

Come realizzare decorazioni per Halloween e festeggiare la notte più spaventosa dell’anno

La notte delle streghe si avvicina, come realizzare decorazioni per Halloween e festeggiare la notte più spaventosa dell’anno? Su Habitante

Come districarsi nella scelta di artigiani per le riparazioni domestiche

Le riparazioni domestiche possono diventare davvero un problema, soprattutto quando si tratta di guasti improvvisi. Caldaie e scaldabagno che smettono di funzionare, tubazioni rotte, scarichi intasati, guasti agli impianti elettrici o la chiave che si spezza nella serratura, a chi non è mai successo. Tutte situazioni che possono mettere in crisi la gestione domestica. In questi casi chiamare un artigiano non è sempre un’operazione facile, in rubrica non dovrebbe mai mancare il numero di un idraulico, di un elettricista o di fabbro, eppure chi si preoccupa di averne uno fino a quando non si presenta la necessità di chiamarlo? Su Habitante

MOSTRA ULTRACERAMICA AL CASTELLO DI CONVERSANO

L’11 novembre si è inaugurata al Castello di Conversano (BA) la mostra ULTRACERAMICA, organizzata dalle Delegazioni ADI Associazione per il Disegno Industriale di Campania, Puglia & Basilicata e Sicilia e sarà visitabile fino al 06 gennaio 2019.

Progettisti e aziende sono stati chiamati a proporre dei progetti capaci di mettere in risalto le capacità produttive di queste regioni. Il risultato sono oggetti che fanno tesoro del bagaglio storico e tradizionale di questo materiale, che accompagna l’uomo da tempi immemorabili, ponendolo nella condizione di rispondere alle esigenze contemporanee. Attraverso la sperimentazione di forme, decori e tipologie, i progettisti e le aziende hanno proposto complementi d’arredo, sculture e oggetti per il food che mettono in luce una produzione raffinata e di alto valore progettuale e tecnico.

Il mio progetto: Pignate realizzato da Ceramiche Cinzia Fasano

Il mio progetto è un set di tegami in terracotta riproposti in 4 formati impilabili, con una linea ispirata alla classica pentola in ghisa di Sarpaneva e realizzati al tornio in argilla rossa e vetrina trasparente. Un progetto che parte dalla tradizione Grottagliese e strizza l’occhio alle linee nordiche concretizzandosi in una serie di oggetti utili, pensati per essere vissuti.

Tradizionalmente chiamati pignate o cocci, i tegami di terracotta sono oggetti che fanno parte della nostra cultura gastronomica. La cottura in tegami di terracotta è uno dei metodi più antichi, che trova la sua massima espressione nelle cotture lente, a fiamma bassa, perché la terracotta accumula il calore e lo distribuisce lentamente esaltano i sapori e rendendo quasi del tutto superfluo l’utilizzo dei grassi, migliorando così la nutrizione.

IMG_6521
Pignate design Valentina De Carolis made by Ceramiche Cinzia Fasano

Virtual Tour

A raccontare la mostra anche il virtual tour realizzato da Dimensione3

Virtual-Tour

Il rinascimento della ceramica

Come è cambiata la ceramica negli anni e come alcune delle sue forme hanno rivoluzionato il nostro vivere, dalla tavola all’arredamento, dal design all’arte. Si pensi anche alle decorazioni che da sempre hanno accompagnato la ceramica, artistiche, ricamante a mano, o anche in versione 4.0 riproposte all’ultima edizione di Ecomondo piastrelle fatto con l’olio di soia e decorate in modo avveniristico, e in più possono un domani essere smaltite come rifiuto domestico. Come sempre la visione, la tecnologia e l’innovazione sono di aiuto ai progettisti che pur rimanendo legati alle tradizioni del proprio territorio riescono a pensare, e re inventare nuove forme, con materiali a base ceramica avanzati, e con una frammistione e abbinamenti a materiali nuovi e con delle performance notevoli, che mettono ancora più in rilievo la storia e la duttilità di un materiale come la ceramica che ha da sempre accompagnato l’evoluzione dell’uomo.

La mostra ULTRACERAMICA 2018, vuole essere un manifesto di un nuovo immaginario per l’industria italiana dove esistono la virtuosa contaminazione tra lavoro artigiano ed economia globale. Richard Sennett nel suo “L’uomo artigiano” ci ha ben raccontato che è nei momenti difficili che un’intuizione forte può dare senso e concretezza a bisogni diffusi, e l’accoppiata designer-progettista/artigiano-ceramista perseguono una ricerca dell’opera quasi perfetta, del buon lavoro fatto con arte, intelligenza, sapienza manuale e conoscenza. Molti grandi architetti e designer si sono cimentati a lavorare con la ceramica, ne cito uno a me caro che ho studiato e che ancora oggi mi stupisce per la sua grande passione per questo materiale: Giò Ponti, ideatore del Premio Compasso d’Oro nel 1954 e che ADI, dopo averlo ricevuto da Rinascente nel 1964, ne cura l’organizzazione e ne garantisce l’imparzialità. C’è un vero e proprio rinascimento della ceramica ad opera delle regioni del SUD con comparti straordinari, mentre al NORD questa lavorazione si è quasi persa, e quindi ULTRACERAMICA vuole mettere in risalto tutte queste peculiarità e queste immense possibilità di lavorazione e di decorazione partendo dallo studio delle tradizioni del territorio.

Roberto Marcatti
Presidente ADI Delegazione
Puglia e Basilicata

 

Su Habitante

Land Art nella Terra delle Gravine

Nelle Gravine di Massafra, nella provincia di Taranto, nasce un progetto di Land Art che coinvolge anche due ambasciatrici del Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto.

GravinArte è un progetto nato da un gruppo di associazioni, Salento Slow TravelAre_Labil Serraglio  e Officine Arte Architettura del Liceo Artistico de Ruggieri di Massafra, con lo scopo di di creare un corto circuito tra arte contemporanea e il paesaggio tipico della Terra delle Gravine nella provincia di Taranto. Durante la Residenza gli artisti hanno vissuto nell’ambiente delle Gravine, esplorando il territorio della provincia Tarantina, e innescando un processo di rigenerazione che ha coinvolto anche gli abitanti. La Land Art è l’arte che esce dai circuiti canonici per dialogare con i territori, quelli periferici e all’apparenza più aridi, genera progetti unici dalla grande potenza comunicativa. Su Habitante

IMG-20180501-WA0015

Perché la fila per il bagno delle donne è sempre più lunga?

È una domanda che ci poniamo ogni volta che dobbiamo affrontare l’odissea di utilizzare un bagno pubblico: che sia un bar, un ristorante o un centro commerciale, la situazione è sempre la stessa. Su Habitante

Photo by Timo Wagner on Unsplash.jpg

Casa da single, gli arredi che non possono mancare

Come arredare una casa da single? Quali arredi non possono mancare? Le case dei single sono arredate per rispondere alle esigenze di un’unica persona, ma quando la casa si riempie di amici o arrivano a trovarti degli ospiti è meglio non farsi trovare impreparati. Su Habitante

google home

Design Date

Lunedì 09 luglio 2018 abbiamo iniziato un nuovo percorso di collaborazione. Partiamo da Fasano, la mia città, che ci ha accolti con entusiasmo aprendo le porte al dialogo sui temi dello sviluppo locale ed internazionale attraverso il design.  Sono stati firmati due Protocolli d’intesa tra Comune di Fasano, ADI Associazione per il Disegno Industriale e AISBL – IDE International Design Expeditions.

Due associazioni che si occupano di diffondere la cultura del design a livello nazionale ed internazionale hanno siglato un Protocollo d’Intesa con il Comune di Fasano, nell’ottica di programmare e realizzare iniziative ed attività finalizzate alla valorizzazione del territorio fasanese dal punto di vista economico, sociale, turistico e culturale con una particolare attenzione alla promozione internazionale della Città di Fasano. Obiettivi dell’Intesa saranno l’organizzazione di iniziative sul tema del Design, del Food Design e dello Sviluppo Internazionale promuovendo congiuntamente un’azione formativa sul territorio consistente in eventi, comunicazioni e workshop.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ci auguriamo che la capacità di guardare oltre, immaginando sviluppi a lungo termine, del Sindaco Francesco Zaccaria, dell’Assessore Luana Amati e del Delegato alla valorizzazione internazionale del territorio Pier Francesco Palmariggi, siano di esempio e di stimolo per tutte le amministrazioni comunali e, soprattutto, che le aziende sul territorio accolgano con la stessa energia positiva le attività che costruiremo.

Il design è un prezioso strumento per i territori, per le imprese e per i cittadini, non si occupa soltanto di prodotti, ma lavora mettendo in relazione l’uomo e l’ambiente, con la ricerca, l’innovazione e l’ingegnerizzazione, nel campo del progetto, della produzione, della comunicazione, della distribuzione e della formazione, per dare funzionalità, valore sociale, significato culturale ai beni e ai servizi distribuiti sul mercato.

Siamo certi che la ricchezza si trovi nei posti più nascosti e che, nel mondo globale, i più preziosi siano i posti più intimi. Perché è dalle periferie e dalla collaborazione che nascono gli esperimenti di futuro che generano progetti importanti.

DESIGN-DATE_invito.png
ADI Associazione per il Disegno Industriale è un’associazione senza scopo di lucro che si propone di incidere sulle tecniche, sulla tecnologia e sui cicli industriali per dare impulso alla ricerca e all’innovazione sostenibile, a nuovi linguaggi estetici, a nuovi comportamenti, al progresso sociale e scientifico, in ambito nazionale e internazionale. Riunisce dal 1956 progettisti, imprese, distributori, scuole, università, storici, giornalisti intorno ai temi del design: progetto, produzione, comunicazione, distribuzione, formazione e il suo scopo è contribuire allo sviluppo del disegno industriale come fenomeno culturale ed economico.
ADI ha, tra le iniziative in corso, lanciato un’azione di riflessione, ricerca, definizione e promozione della produzione dei lavori dei propri associati in materia di Food Design, con la costituzione di una Commissione Food che ha redatto il “FOOD DESIGN MANIFESTO”, mettendo in programma una serie di iniziative ed eventi volti a mettere in risalto le mille sfaccettature delle relazioni esistenti tra Food, Design ed Architettura e a come il processo di “progettazione” di un prodotto alimentare, dalla sua concezione, alla sua industrializzazione e distribuzione, attraverso il Design, possa condurre alla stretta identificazione con un territorio, sino a giungere alla modifica del territorio stesso, tramite l’Architettura.

AISBL (IDE) International Design Expeditions, invece, è un’organizzazione internazionale nata con l’intento di mettere la creatività al centro dello sviluppo sostenibile ed ha come obiettivo quello di creare un processo di sviluppo che metta in connessione i più talentuosi giovani designer al mondo con le imprese locali capaci di una visione lungimirante e globale.
Ha come obiettivo quello di organizzare spedizioni internazionali che avranno come focus l’innovazione. Le spedizioni saranno organizzate in diversi Paesi e tra questi sono state individuate le regioni della Puglia e della Basilicata.

Fasano è stata scelta per ospitare parte degli eventi in programma durante i cinque mesi di spedizione, che vedranno i designer, provenienti da tutto il mondo, impegnati in una residenza che gli permetterà di lavorare con le aziende locali per progettare e produrre prodotti destinati al mercato internazionale.

Partners dell’iniziativa anche il Politecnico di Bari e ADI Associazione per il Disegno Industriale Delegazione Puglia & Basilicata

Présentation Puglia & Basilicata 2018

AISBL (IDE) International Design Expeditions si adopera a divulgare la cultura del design come trampolino di lancio per le imprese e i territori che cercano la crescita attraverso l’innovazione e l’Internazionalizzazione, lavorando a supporto dello sviluppo locale per produrre una nuova generazione di innovatori con una visione globale ma capaci di risolvere problemi locali con i partner locali, attraverso l’esperienza diretta.

Servizio su: TG7 del 10/07/2018 al minuto 24

 

Per candidare la tua azienda o per ricevere maggiori informazioni:
Valentina De Carolis
Commissione Territoriale ADI Index Puglia & Basilicata
Team IDE International Design Expeditions Puglia & Basilicata
mob.: +39 349 7444805
mail: info@valentinadecarolis.com

 

A sud della città del design

Milano è riconosciuta a livello mondiale come simbolo indiscusso del design grazie al Salone del Mobile e alla Design week, ed anche alle innumerevoli iniziative e collaborazioni che si creano attorno a questa città. Ma cosa succede a sud della città del design?

Il mio articolo su Habitante:

A sud della città del design

 

Il viaggio della Costituzione_Bari_2017 (8)
Shopping bag La Costituzione by Valentina De Carolis Puglia Design Store, Bari, Piazza del Ferrarese