L’Avant-Garde Il vernissage delle irascibili

L’Avant-Garde
Il vernissage delle irascibili

1) NASCITA ed INTENTO del Vernissage:

Nasce un bisogno di reinventarsi o di cercare la propria identità per un popolo giovane e senza retroterra,senza dipendere dalla crisi di valori,con la sola forza creativa dei propri pensieri.
Necessità di portare il corpo e le sensazioni attraverso i materiali o imprimere le emozioni direttamente sulla tela con il colore. Avanguardia per “fare fronte comune, lavorare insieme, condividere successi ed eventuali difficoltà in maniera compatta”. Il senso dello stare assieme è anche una chiave di lettura di questa mostra.

2) L’ISPIRAZIONE e I RIFERIMENTI:
Perchè “Avant-Garde” e perchè “irascibili”?

Avanguardia
è la denominazione attribuita ai fenomeni del comportamento o dell’opinione intellettuale, soprattutto artistici e letterari, più estremisti, audaci, innovativi,in anticipo sui gusti e sulle conoscenze, sviluppatisi nel Novecento ma derivanti da tendenze politico-culturali ottocentesche,raggruppamenti di artisti sotto un preciso manifesto da loro firmato.
Che si chiamassero cubisti, futuristi, espressionisti, metafisici, surrealisti, dadaisti, gli artisti di questa generazione volevano cambiare tutto. Le loro battaglie artistiche diedero una nuova impronta a tutta l’arte del Novecento. Il manifesto di questi movimenti consiste nella provocatoria distruzione delle tradizionali forme estetiche intese nella “morte dell’arte”.
Irascibili
Nel 1950 il Metropolitan Museum di New York organizza un’imponente mostra dedicata all’arte contemporanea americana. vengono esclusi Gli esponenti dell’Espressionismo Astratto, attivi dalla metà degli ’30.U lettera “ribelle” di una serie di pittori viene inviata al New York Times. Tra i pittori firmatari Jackson Pollock, W.de Kooning, M.Rothko, R. Motherwell e B.Newman, etichettati dall’Herald Tribune come il “gruppo degli Irascibili”.
Nasce un bisogno di reinventarsi, o di cercare la propria identità per un popolo giovane e senza retroterra, europeo dipendente.Necessità di portare il corpo e le sensazioni/emozioni crudemente attraverso I MATERIALI o imprimere le emozioni direttamente sulla tela con il colore. Ma avanguardia significa anche “fare fronte comune, lavorare insieme, condividere successi ed eventuali difficoltà in maniera compatta”. Il senso dello stare assieme è anche una chiave di lettura.

“E’ così che ho formato questo ENSEMBLE di ARTISTE VIRTUOSE ,gruppo eterogeneo di donne che voglio definire IRASCIBILI perchè propositive,indipendenti da schemi pre-costituiti,un URLO vitale con il MENTO all’insù.Dialogheranno, anche in stimolante antitesi,dentro quattro diverse stanze dell’HUB.”
(Massimo Milano_CactusHUB)

Contestualmente verrà servito un Aperitivo d’AvanguArdiA su interpretazione e creazione dello chef Tommaso Schiena.

3) LE ARTISTE:

IDA CHIATANTE (idaKia)
Ida Chiatante, alias IdaKia, personaggio eclettico e poliedrico si forma presso il Politecnico di Milano come Industrial Designer con indirizzo in Moda e Comunicazione. Si specializza in Design dell’Accessorio presso l’ente Tessile di Como.
“Designer senza radici” presenterà il progetto “TRUCIOLI gioielli cinetici”. I TRUCIOLI sono scarti di lavorazione dalle forme incantevoli, forme complesse avvitate e contorte difficili anche solo da immaginare. Queste forme mi ricordano il mondo organico e presentano una bellezza formale intrinseca che ho tirato fuori ma che era già racchiusa in questo elemento. Dichiaro la volontà di non creare un oggetto e non guardare in questo momento a intenzioni di ri-uso. Trucioli è un concetto. Vedere il bello nel brutto, nell’inconsueto, vedere il bello nelle cose nascoste e meno ovvie, nello scarto Questo il messaggio. Oltre che essere una riflessione sul mondo produttivo e sul ciclo di vita del prodotto.
L’ intento è di astrarre il truciolo dal mondo puramente industriale e restituire un valore alla materia. Il truciolo diventa scultura cinetica ancor prima che gioiello. Il movimento e l’energia sono stati la chiave di lettura e ispirazione.

VALENTINA DE CAROLIS
Designer, laurea in Design del prodotto all’università La Sapienza di Roma.
Ricerca, sperimentazione e condivisione sono alla base della sua attività.
Studia le tradizioni e valorizza le tipicità.
Legge i segni del passato, li fa propri e li restituisce in una veste assolutamente attuale. Si proietta verso il futuro reinterpretando linee e lavorazioni artigianali tipiche del territorio Pugliese.
Materiali scelti con cura per prestazioni tecniche e trasmissione delle emozioni.
Ceramica, rame, canapa e tessuti recuperati, lavorati da mani esperte ma proposti in una veste nuova e contemporanea.
La traccia del tempo nel verde rame, la duttilità della ceramica, la fierezza della pietra,la resistenza della canapa.
Le mani modellano,la materia si trasforma e prende la forma delle idee.

TAGLIANDO CUCENDO
Carmela Labbruzzo
Grazia Piccolo
Denise Zucchi
La sartoria Tagliando Cucendo lavora con passione nel campo dell’artigianato,confezionando abiti su misura.Sempre a disposizione per la creazione di capi unici per clienti esigenti e attenti ai particolari,pensati per eventi personali ed occasioni importanti.

ZIRRO DIStratto
Personalità fuori dagli schemi, Maria Carmen Zirro si avvicina con curiosità a diverse forme d’arte dalla fotografia, al fumetto, alla serigrafia alla grafica digitale sperimentando le stesse.
I disegni di Maria Carmen Zirro portano all’esterno il suo fervido immaginario onirico, i suoi stati d’animo nonché le sue letture, e sono contornati da eclettici riferimenti dall’arte astratta alla tradizione vignettista italiana (Vauro, Altan) dai pittori Chagall a Picasso fino all’ Arcimboldo combinati in maniera simbolista e dadaista e mostrando una visione surreale, fantastica e vivida del mondo che la circonda. Da qui i colori squillanti ed accesi, la linea continua del contorno marcato che segue il flusso della fantasia, la vena ironica e dissacrante che permeano le sue opere.
Una realtà filtrata quindi da un caleidoscopio colorato di visioni simultanee di personale decifrazione e animata da soggetti e animali dal tratto caricaturale e favolistico; esseri fantastici che nascono talvolta da morbidi segni di grafite o dai rigorosi movimenti della penna digitale calati in uno spazio non fisico ed atemporale. ” ( critica a cura di: Giuseppe Malorgio).

Sabato 13 Dicembre
Ore 19:00


Cactus HUB

Sabato 13 dicembre
dalle ore 19.00 alle ore 22.00

Via Anfiteatro,226
Taranto
0994001764
3470703980
info@hubcactus.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...